Come denunciare una potenziale truffa di un sito internet

siti truffa

 

Ebbene cari lettori, eccoci ad un tema sul quale è bene fare chiarezza fin da subito:
la correttezza dei venditori online e cosa possiamo fare per tutelarci quando qualcosa non funzioni con i nostri acquisti.  

Prendo spunto da uno degli ultimi casi di siti NON affidabili e in odor di truffa, quello della combriccola di siti composta da go-shopping.it, cornertech.it, hi-technology.it, hitronic.it ed altri.

Purtroppo è  quasi impossibile stare dietro a tutti i nomi con i quali questi signori si sono presentati e si presentano online :-/ (per questo motivo vi invito a segnalare se ne trovate altri…)
Alcuni di questi siti sono stati chiusi, ma appena ne viene chiuso, uno ne spunta inevitabilmente uno nuovo con le stesse caratteristiche e gli stessi comportamenti (a dir poco) scorretti…

Qualche segno distintivo che ci deve insospettire?
Layout simile, possibilità di pagamento solo con bonifico… MERCE INESISTENTE!
Eh già, perché una volta pagato l’oggetto, i signori (davvero poco signorilmente…) spariscono.

L’organo competente per segnalare le truffe telematiche è la Polizia Postale.
E dunque che fare se siete caduti nelle mani di questi manigoldi che si son presi i soldi e son spariti?
Sul sito della Polizia di Stato (www.poliziadistato.it) trovate altri dettagli, e a questa pagina si può attivare la procedura per denunciare siti Internet, siti e-commerce o l’illecito utilizzo di carte di credito.
Dunque si inizia proprio da lì :-)
E’ importante sapere -come scritto nella pagina che vi ho segnalato- che per procedere con la denuncia dovrete poi recarvi all’ufficio della Polizia Postale competente per la vostra zona (ve lo indica automaticamente la pagina della P.P.) per dar seguito alla procedura di denuncia attivata online.

Truffati da go-shopping.it, cornertech.it, hi-technology.it, hitronic.it ed altri siti simili?
Ho saputo da un lettore ben informato (che ringrazio) che le indagini su questo caso sono in pieno svolgimento.
Ma pare che la Polizia Postale abbia bisogno di più denunce possibili per riuscire a concludere il caso il più velocemente possibile.
Ovviamente purtroppo, prima di riavere i vostri soldi, ci dovrà essere la condanna dei coinvolti.
Beh, che dire?
Anche se questo potrebbe voler dire perdere un po’ del vostro tempo, vi invito quindi tutti a denunciare i siti internet che si son presi vostri soldi, senza consegnare i prodotti.
Più siete, meglio è. E credo che valga la pena anche denunciare anche piccole somme.
Non è giusto, primo, che qualcuno se ne approfitti e secondo, che questi malfattori la passino liscia.
Vi assicuro che non è una perdita di tempo.

Mi raccomando, non lasciate perdere!

Related Posts with Thumbnails

About Joja

Appassionata di web, shopping online, viaggi, cinema e fotografia

105 Responses to Come denunciare una potenziale truffa di un sito internet

  1. nichol says:

    mancode.it
    mancode.it.webstatsdomain.org/
    Ti informo che il sito mancode.it quanto a sicurezza e’ valutato 30/100. Ben per te se hai ricevuto la merce ordinata

  2. Max says:

    PAGAMENTO ALLA CONSEGNA “A CONTRASSEGNO” AL CORRIERE
    LE NUOVE NORME DAL 1 GENNAIO 2016
    (Legge di Stabilità…)

    La prerogativa, in questi casi e non solo da adesso, alla quale bisogna sempre obbligatoriamente porre un particolare occhio di riguardo, osservando un qualsiasi sito presente in rete e che eserciti quella che si definisce “vendita di qualsiasi prodotto”, rimane la presenza o meno, della facoltà di poter pagare l’acquisto in rete fatto, nella modalità definita “a contrassegno”, non dimenticando neppure che inoltre la stessa quota in contanti è stata innalzata da 999,99 euro a 2999,99 euro, in base a quanto entrato in vigore dal 1 gennaio di quest’anno(2016) per il decreto che una volta si definiva “legge di bilancio”, poi “legge finanziaria” e oggi “legge di stabilità”.
    Quindi DIFFIDATE SEMPRE ed in assoluto, da chi non ponga, fra le sue condizioni di pagamento, la formula “a contrassegno”, compresa pure quella con “assegno circolare intestato” da consegnarsi al corriere, il quale, lo si farà aspettare sino all’apertura dell’involucro consegnato per accertare che all’interno vi sia realmente il prodotto e non un bel mattone.

    Ribadisco ancora sul fatto del DIFFIDARE SEMPRE DI QUALUNQUE VENDITA IN RETE che non abbia la formula di pagamento a contrassegno sino a 2999,99 euro….la legge parla chiaro e se i vari “e-commercianti” o simil tali non vogliono “mettersi a norma”, che chiudano pure!

    NB.
    Resta solo a voi e-commercianti di rete porre in primo piano la difesa della vostra categoria, adottando per l’appunto ciò che la legge, dal primo di gennaio di quest’anno, vi offre e questo senza più scusanti, in quanto adesso il limite arriva a 2999,99 euro…del pagamento in contanti “A CONTRASSEGNO”…

  3. stop alle truffe says:

    elettrofarm.com
    Ancora un SITO TRUFFA pubblicato online dalla Banda del bonifico di Napoli:www.elettrofarm.com
    Come al solito abusano dei dati aziendali altrui, in questo caso dei dati di ARREDO CASA S.r.l. , Via lepanto 28, 09170 Oristano.
    False certificazioni Netcomm. Trustedshops, Redcoon, Shopmania con link che conducono a pagine fake.
    NON ACQUISTATE NULLA SU QUESTO SITO PERCHE’ PERDETE SOLO I VOSTRI SOLDI.LA MERCE NON ESISTE

  4. Nippojin says:

    Mi piace che si parli di questi siti truffa in modo da dare voce e che ci sia qualcuno che dia soprattutto dai buoni e giusti consigli….bravi…
    Io sto osservando da un po di tempo il sito elettrofarm.com che fanno strane e troppo vantaggiose offerte e vorrei approfondire ed eventualmente far eliminare tali truffatori…

Lascia una risposta

Please use your real name instead of you company name or keyword spam.