L’handmade di DaWanda arriva anche in Italia

dawanda-shop

 

Forse è un po’ presto per parlare dell’ingresso del portale DaWanda in Italia; si tratta ancora di una versione beta, ma sono proprio contenta di questo evento e quindi ho pensato di condividere con voi la lieta notizia :-)

Cos’è DaWanda.it?
E’ un portale -un mercato virtuale- dove gli utenti possono inserire e vendere le loro creazioni fatte a mano: abbigliamento, accessori, gioielli, arte, giocattoli, ma anche articoli per bimbi e arredamento.
Insomma articoli unici, handmade, in serie limitata. Con possibilità, eventualmente, anche di richiedere versioni su misura o personalizzate.
Il concept è simile a quello vincente di Etsy che sicuramente è ancora leader mondiale.

DaWanda invece è il primo portale europeo; è nato nel 2006 in Germania e si è espanso velocemente anche in Francia e Inghilterra.
Da un mesetto è sbarcato, zitto zitto, anche sul mercato italiano…

Come vendere su DaWanda?
Se vi piace creare oggetti fatti a mano, sia professionalmente che amatorialmente, potete registrarvi su DaWanda e aprire gratuitamente un negozio.
E’ semplice e ci vogliono massimo 5 minuti. Basta cliccare su ‘crea un negozio’ o cliccare su ‘Vendi’ nel menu di navigazione.
Poi si inseriscono indirizzo e coordinate bancarie e si caricano le immagini dei prodotti.
Qui -se posso- vi consiglio di fare attenzione a usare esclusivamente fotografie di alto livello. L’aspetto visivo conta spesso tantissimo nel convincere l’utente all’acquisto (spesso anche più del prezzo). DaWanda vi spiega molto bene in un articolo del blog come poter fare le foto degli oggetti.
Il portale poi verifica che i vostri oggetti corrispondano ai propri criteri di qualità (professionalità, gusto, descrizione esaustiva, foto belle e accurate) e vi informa appena il vostro shop è attivo.

Chi può vendere su DaWanda?
Tutti quelli che sono e si sentono artisti, designer, artigiani e producono oggetti fatti a mano in maniera professionale o nel tempo libero.

Dove si può vendere?
Chiaramente in Italia, ma anche a livello internazionale in Germania, Francia, Spagna, regno Unito, Olanda e Polonia, utilizzando le altre lingue del portale.
Dovete quindi -in questo caso- tradurre tutti i titoli e le descrizioni nella rispettiva lingua e rispondere eventualmente anche alle richieste di utenti in lingua.
Secondo me conviene, fare questo sforzo ed essere quindi presenti in più paesi possibile, arricchendo così il giro dei vostri potenziali clienti.

Metodi di pagamento e spedizione
Potrete scegliere fra bonifico, spedizione in contrassegno e PayPal.
Al momento dell’inserimento di un prodotto, dovrete comunicare le spese di spedizione.
Mi raccomando, tenete conto delle spese di spedizione per ogni paese nel quale vorrete spedire. Vi consiglio di controllare un po’ altri negozi che vendono prodotti simili per verificare i costi di spedizione e /o chiedere alle poste e corrieri.

Quanto costa vendere su DaWanda?
Aprire un negozio è gratuito. Alla vendita di ogni articolo DaWanda vi addebiterà una commissione del 5%.
Ho letto che poi DaWanda addebita una tantum di 0.40 € per ogni articolo che inserite in due categorie.
Per ora, -durante la fase beta- pare sia invece tutto gratuito.

Come acquistare su DaWanda?
Beh, acquistare è ancora più semplice. :)
Basta scegliere l’articolo, aggiungerlo al carrello e pagare secondo il metodo di pagamento preferito :-)
Una mail di conferma vi permetterà di completare il pagamento ed inserire il vostro indirizzo.

La mia opinione su DaWanda?
Beh, come sapete bene sono una grande fan di Etsy ma ho acquistato diverse cose molto belle e particolari anche sul portale tedesco di DaWanda (t-shirt, collana e una borsa).
La versione italiana è all’inizio e ci sono ancora pochi prodotti: per ora non mi pare all’altezza della creatività e dello stile che vedo sul portale tedesco, ma alcune cose carine e originali si trovano di già e credo molto nella crescita di DaWanda in Europa. Insomma, sono sicura che sarà un successo anche in Italia.

 

Magari vi aggiornerò con successivi articoli su quel che ci riserverà DaWanda nei prossimi mesi quando andrà online la versione definitiva di DaWanda (ora è online solo la versione beta).
Se volete intanto dare uno sguardo, ecco il link diretto per DaWanda.

Qua una selezione di oggetti che ho scovato stamattina con nome del relativo negozio.

Nota: visto che ancora DaWanda chiede un codice di accesso, ecco l’invito per l’accesso diretto.

da wanda

DaWanda Shop Dario

da wandaDa Wanda Shop dindolina

da-wanda

Da Wanda Shop AllartsKitchen

da wanda

DaWanda Shop Kinderolo

torta-pannolini

DaWanda Shop zigozago

Related Posts with Thumbnails

About Joja

Appassionata di web, shopping online, viaggi, cinema e fotografia

5 Responses to L’handmade di DaWanda arriva anche in Italia

  1. aaa says:

    uffa ma vuole il codice di invito per vedere il sito!!

  2. Joja says:

    ciao, puoi chiedere un codice; ti dovrebbe arrivare per mail :)

  3. Joja says:

    ho aggiunto in basso all’articolo l’invito personale per accedere subito a DaWanda. :)

  4. Pingback: Blomming esperienze ed opinioni: come vendere su Blomming | interviste

  5. Pingback: Calendari d'avvento: i 10 più belli calendari d'avvento fai da te | Idee regali

Lascia una risposta

Please use your real name instead of you company name or keyword spam.